Api

Uccidere le Api è reato

Sul sito di Apiantide non è difficile imbattersi in notizie ed esclamare: “Questa non la sapevo!”. Siamo certi di aggiungere un’altra chicca alla serie “forse non tutti sanno” parlandovi dei riferimenti di legge che tutelano gli insetti impollinatori anche con il codice penale: l’articolo 727 punisce con un’ammenda da 4000 euro fino all’arresto da uno a sei mesi chi uccide, cattura o detiene (senza autorizzazione) animali importanti come le api.

Le api che dormono nei fiori

Uno scatto fotografico da premio, riportato da molti siti negli ultimi mesi, è quello che ritrae due api accoccolate in un fiore di malva e realizzato da Joe Neely. Si tratta di due esemplari di Diadasia Diminuta una delle 2000 speci di api che popolano il nostro pianeta.

Evodia Danielli: l'ebook gratuito sulla semina dell'albero del miele

La prima pubblicazione elettronica, che offriamo gratuitamente a tutti i visitatori del sito, è dedicata alla pianta con la quale stiamo realizzando il nostro ambizioso progetto per la salvaguardia degli insetti impollinatori: l'Evodia tetradium daniellii. Questa pianta è famosa nel mondo tra gli apicoltori per la sua altissima resa nettarifera e per la sua tarda fioritura: il suo nome scientifico dice poco ma normalmente viene anche chiamata albero del miele o, in inglese, bee-bee-tree ovvero albero delle api.

I 63 numeri che raccontano la diminuzione degli impollinatori

Grazie all'ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, esiste un bellissimo "quaderno" dal titolo Il declino delle api e degli impollinatori. Le risposte alle domande più frequenti. Una lettura che qui ad Apiantide abbiamo fatto a occhi sgranati. Materiale che spiega esattamente perchè siamo nati come associazione: imperdibile. Qui ne abbiamo realizzato un estratto che contiene quasi esclusivamente numeri... da pazzi. 45 pagine riassunte in 63 numeri. Un esercizio di stile da ripetere.

Le dimensioni contano: le bug house

Quando si parla di rifugi per api solitarie "piccolo è meglio". Questi insetti prònubi, che appartengono alla famiglia delle più note api da miele, preferiscono nidificare in piccoli interstizi o fori, evitando i grossi assembramenti dati dagli alveari. L'uomo lo ha scoperto e da alcuni anni sono sempre più diffusi i bug hotel, gli hotel per gli insetti.

Le api, il covid e il distanziamento sociale

Le api, come gli uomini, sono animali altamente sociali. Un alveare è come un grande agglomerato urbano: migliaia di individui lo abitano a stretto contatto gli uni con gli altri. In un alveare, oltre alla regina dedita esclusivamente a deporre le uova, ci sono i fuchi (i maschi) e le operaie: sono tute femmine sterili e tra di loro sorelle. Sono il vero motore dell'alveare e svolgono ogni tipo di mansione, dalla ricerca del cibo alla pulizia della colonia, dalla costruzione dei favi all'allevamento della prole.